BuzziLab, Giacomelli: “I responsabili dell’istituto si assumano l’onere di una ripartenza immediata”

“Non conosco il merito dei meccanismi di gestione del BuzziLab ne’ i motivi che giustificano gli approfondimenti degli organi a vario titolo preposti al controllo. Voglio solo dire con chiarezza che, fermo restando l’assoluta necessità di trasparenza e la piena legittimità delle azioni di verifica, Prato non può assolutamente permettersi un lungo stop di una struttura come il BuzziLab” così il parlamentare PD, Antonello Giacomelli, interviene sulla vicenda della sospensione dell’attività del BuzziLab.
“So quanto le istituzioni, a partire dal Comune e dalla Regione con Matteo Biffoni e Stefano Ciuoffo, si stanno adoperando per individuare una prospettiva che dia certezza e stabilità. A loro ho ribadito e voglio farlo pubblicamente la piena disponibilità per ogni iniziativa a livello locale o nazionale che fosse ritenuta utile. È evidente a tutti – aggiunge Giacomelli – che questo percorso non può essere immediato ne’ breve. Per questo serve che a fronte della garanzia di una prospettiva finale, i responsabili dell’istituto si assumano l’onere di una ripartenza immediata del BuzziLab che eviti il rischio di una lunga stasi. Una ripartenza – prosegue il deputato pratese – che segni un prima e un dopo, che rispetti ogni esigenza di approfondimento, con un modello gestionale che rispetti le regole di chiarezza e corretta definizione di ruoli e processi operativi. Ma una ripartenza che eviti assolutamente al distretto ed alla città la perdita di una eccellenza.”
Giacomelli conclude auspicando che “che negli incontri di queste ore all’impegno delle istituzioni faccia riscontro lo sforzo delle autorità scolastiche per garantire una fase provvisoria e scongiurare così una lunga interruzione che potrebbe rivelarsi fatale e rendere vano ogni impegno delle istituzioni e del mondo imprenditoriale.”

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*