Terremoto, falsi messaggi ai cittadini tramite WhatsApp. Il sindaco: “Pronti a denunciare per procurato allarme”

I cittadini hanno segnalato in Protezione civile che tramite WhatsApp stanno girando audio vocali che annunciano forti scosse di terremoto nel tardo pomeriggio, invitando la popolazione a uscire di casa. Si ribadisce che non esiste alcun tipo di previsione sulle scosse di terremoto e che le comunicazioni ufficiali vengono date solo ed esclusivamente tramite la Protezione civile.

“Da stamani (lunedì 9 dicembre) sono girate tramite social e tramite WhatsApp dichiarazioni false – sottolinea il sindaco Matteo Biffoni -. Qui si è superato il limite, davanti a un evento preoccupante e grave come quello del terremoto. Procederemo con le denunce per procurato allarme”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*