Alberti su richiesta dell’opposizione di maggiore coinvolgimento: “La Giunta parteciperà alle riunioni dei capigruppo”

alberti presidente consiglio

“In questa situazione di emergenza registro la massima disponibilità da parte di tutti i gruppi consiliari rispetto all’esigenza di dover individuare le modalità più idonee per poter portare avanti il lavoro del Consiglio comunale sia dal punto di vista formale che informale con la conferenza dei capigruppo. E’ il tempo dell’unità ed insieme dobbiamo dare un segnale positivo di responsabilità condivise come rappresentanti politici”. A specificarlo è il presidente del consiglio comunale Gabriele Alberti, dopo la richiesta di maggiore coinvolgimento da parte dei Cinque Stelle e della Lega.
“In riferimento al decreto legge 17 del 17 marzo, abbiamo in questi giorni lavorato con gli uffici comunali all’individuazione del sistema in remoto che consenta le convocazioni delle sedute e che rispettino con certezza l’identificazione dei partecipanti e che sia assicurata la regolarità dello svolgimento delle sedute – continua Alberti -. Le sedute devono garantire non solo le modalità audio visive idonee per lo svolgimento del consiglio ma anche il rispetto della normativa sopracitata”. La seduta del 9 aprile (ancora da confermare) verterà sul bilancio previsionale e per ora non sono state fissate altre sedute. “Per la parte informativa sull’emergenza coronavirus saranno convocate, sempre in remoto, delle commissioni consiliari ad hoc. Secondo una modalità inusuale ma necessaria per coinvolgere tutti, abbiamo deciso poi di far partecipare la giunta alle riunioni dei capigruppo. Per esempio, alla riunione dei capigruppo di domani, parteciperanno anche il sindaco Biffoni e gli assessori Santi e Biancalani”, continua Alberti.
“Dobbiamo rispettare il lavoro dei dipendenti comunali che sono naturalmente sul fronte insieme a noi nel dare continuità ai servizi dei cittadini ; non a caso in poco più di una settimana l’assessore Squittieri con il grande lavoro fatto insieme agli uffici ha messo in sicurezza il regolare svolgimento del lavoro del personale con lo smart working con quasi più di cento quaranta dipendenti già pronti per il lavoro da casa, ed è proprio per questo che lo sforzo straordinario di questi giorni ci permetterà di proseguire anche con i lavori delle commissioni e del consiglio”, conclude il presidente del consiglio comunale.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*