Inaugurata la casa della salute dell’Alta Val di Bisenzio: sarà il punto di riferimento per oltre tremila famiglie FOTO

Inaugurata questa mattina la Casa della salute dell’Alta Val di Bisenzio, ubicata in via Livio Becheroni angolo via Caduti della Direttissima a Vernio. Si tratta di un nodo fondamentale ed essenziale della rete dei servizi aziendali delle cure primarie, del luogo dove i cittadini hanno a disposizione servizi socio-sanitari con accesso unico alle attività. Sarà il punto di riferimento per oltre tremila famiglie . Al lavoro un team multidisciplinare di cui fanno parte medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, infermieri, personale dei servizi sociali ed amministrativi che assicurano l’integrazione tra l’assistenza sanitaria e sociale e la presa in carico della persona in maniera globale.

All’inaugurazione erano presenti il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, l’assessore regionale alla salute Stefania Saccardi, l’assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo, i consiglieri regionali Nicola Ciolini e Ilaria Bugetti , il sindaco di Vernio Giovanni Morganti, il sindaco di Vaiano Primo Bosi, il sindaco di Cantagallo Guglielmo Bongiorno, il presidente della Provincia di Prato Francesco Puggelli, il presidente SDS Luigi Biancalani, il direttore SDS area pratese Lorena Paganelli, il vicedirettore sanitario dell’AUSl Toscana Centro Roberto Biagini, il direttore della rete territoriale Daniele Mannelli, il presidente FIMMG Alessandro Benelli. “Nella Regione Toscana sono circa 70 le Case della Salute, oggi si aggiunge quella della Val di Bisenzio per la quale l’Azienda Sanitaria ha fatto un investimento di circa 900 mila Euro. E’ un emblema del modello della Sanità territoriale dove i cittadini trovano i servizi di cui hanno bisogno”, ha dichiarato l’assessore regionale alla Sanità Stefania Saccardi.

 

 

Il progetto

Il progetto per la realizzazione della Casa della Salute Alta Val di Bisenzio è frutto della forte collaborazione fra il comune di Vernio, i Comuni della Vallata, Vaiano e Cantagallo e l’Asl Toscana centro. La Val Bisenzio ha un bacino di utenza di 19.344 abitanti, per oltre il 26% anziani ed il territorio rappresenta oltre il 50% della Zona Pratese.

Caratteristiche

La Casa della Salute è ubicata all’interno dell’area ex magazzini comunali, in un immobile di proprietà del Comune di Vernio, acquistato poi dall’Azienda Sanitaria. La superficie a disposizione è di 490 metri quadri, con parcheggio dedicato, sono previsti 13 locali oltre agli spazi comuni (reception e sale di attesa). Il costo complessivo per la realizzazione dell’opera è di 828.000,00 Euro a carico dell’Ausl toscana centro.

Servizi ed attività

Sono a disposizione 13 ambulatori che ospiteranno le attività specialistiche di: oculistica, ginecologia,psichiatria,dermatologia,ortopedia,otorinolaringoiatria e geriatria. Gli uffici amministrativi sono destinati ad espletare le attività di prenotazione visite ed esami, scelta medico di medicina generale e pediatra di libera scelta, rilascio libretti sanitari e tessere sanitarie, rilascio esenzioni. Saranno inoltre assicurati i servizi sociali e la presenza della continuità assistenziale (Guardia medica) notturna, festivi e prefestivi. Grazie alla collaborazione della medicina generale del territorio, i medici di famiglia sono presenti nella Casa della Salute con un ambulatorio principale e la costituzione della medicina di gruppo.

Infermiere di famiglia e comunità

Un progetto importante d’ innovazione è il modello assistenziale infermieristico di famiglia e comunità. Capace di garantire un’azione snella e flessibile nella rilevazione dei bisogni, la continuità e adesione alle cure, la sorveglianza domiciliare e la presa in carico dell’individuo e della famiglia per evitare inutili ricoveri, favorire la deospedalizzazione e presidiare l’efficacia dei piani terapeutico-assistenziale per il miglioramento della qualità della vita della persona e del suo contesto sociale. Il servizio infermieristico è garantito dalle ore 8.00 alle ore 20.00 da lunedì a venerdì con un ambulatorio dedicato ed un punto prelievi.

 

“Quello che ha portato alla realizzazione della nuova struttura è un progetto che viene da lontano, fatto in collaborazione con i Comuni della Val di Bisenzio, Cantagallo compreso, di cui si parlava già quando ero sindaco – ricorda la consigliera regionale PD Ilaria Bugetti – e vederlo adesso compiuto mi rende davvero felice. Soprattutto perché è un passo in avanti significativo e ulteriore verso l’obiettivo di dare ai cittadini servizi dislocati per coprire tutto il territorio. Strategico sarà ora il ruolo dei medici di medicina generale, degli infermieri e di tutto il personale socio-sanitario, oltre che delle associazioni volontariato. La Regione Toscana in questi anni ha messo le risorse sul territorio e questi sono i frutti: dobbiamo continuare su questa strada”.

 

1 Commento

  1. Per i prossimi mesi non sarà in funzione visto che mancano gli arredi e sopratutto gli strumenti di lavoro.

    L’importante è fare scena e cena. O pranzo !

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*