Omicidio-suicidio, il saluto di Iolo a Claudia Corrieri. Il parroco: “La vita vince la morte”

“La vita vince la morte”. Con queste parole, pronunciate da don Giancarlo Innocenti, la comunità di Iolo ha salutato Claudia Corrieri: la 38enne uccisa nell’abitazione di via Lavagnini, a La Briglia, dal compagno 50enne Leonardo Santini, che poi si è suicidato gettandosi dal ponte sospeso sulla montagna pistoiese.

Nella chiesa di chiesa di San Pietro a Iolo si sono celebrati i funerali alla presenza dei genitori, stretti in un silenzioso e composto abbraccio, e di tanti amici. Sulla bara bianca, rose di colore bianco e rosa, un mazzo di girasoli e la foto sorridente di Claudia. Una donna energica, “che amava la vita – ha detto il parroco – ma rimasta vittima di un abisso di violenza mortale”.

Anche gli allievi di ballo di Claudia, che insegnava danza e pilates, hanno voluto ricordare la loro maestra in una lettera commovente e sincera mentre i genitori di Claudia hanno affidato a poche righe il loro commosso ringraziamento per la vicinanza dimostrata in questi giorni di profondo dolore da tutti i parenti e i conoscenti. “Sei stata un angelo in terra”, hanno ricordato i genitori: “preghiamo perché l’amore sovrasti sempre il male”.

Le offerte raccolte durante la cerimonia funebre serviranno in parte a provvedere alla bimba di Claudia, di 2 anni, rimasta senza una madre e un padre. Claudia Corrieri riposerà per sempre nel cimitero di Iolo.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*