Covid, morto il noto imprenditore Riccardo Querci

Il distretto pratese piange un altro imprenditore vittima del Covid. Si tratta di Riccardo Querci, presidente della Cormatex, storica azienda fondata nel 1938 e situata in via Parugiano di Sotto a Montemurlo. Querci aveva 74 anni.

“Con immenso dolore Cormatex annuncia la scomparsa del suo Presidente, Riccardo Querci. Un imprenditore competente e lungimirante, che ha lasciato un segno profondo, sia professionalmente che umanamente, in tutte le persone che lo hanno conosciuto” si legge nel post pubblicato sulla pagina Facebook dell’azienda.

Diplomato all’istituto Tullio Buzzi come perito tessile, nel 1978 Querci è subentrato allo storico fondatore Guasti Guastino alla guida dell’azienda, proiettandola verso i mercati esteri e dando avvio ad una intensa fase di allargamento della rete vendita in ogni angolo del mondo.

Il distretto tessile pratese subisce così una grave perdita, quella di un imprenditore competente e lungimirante, capace di lasciare un segno profondo sia professionalmente ma soprattutto umanamente in chiunque lo abbia conosciuto. La passione con cui ha svolto il proprio lavoro, unitamente al ruolo di marito, padre e nonno amorevole, sicuramente non sarà dimenticata. L’intero staff Cormatex si stringe alla famiglia nel dolore di questi momenti.

“Oggi piangiamo la scomparsa di uno dei più importanti imprenditori del territorio. Mi stringo in segno di cordoglio alla famiglia Querci e a tutti i dipendenti dell’azienda Cormatex di via Parugiano di Sotto” afferma il sindaco di Montemurlo, Simone Calamai, che ricorda Querci come “un uomo solare, un imprenditore illuminato che ha saputo guidare e far crescere una delle aziende più importanti del distretto, di valore strategico per tutto il settore manifatturiero. Una persona che con il suo impegno e il suo lavoro ha contribuito allo sviluppo del territorio. Ci mancherà molto” conclude Calamai.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*