12 Novembre 2021

Terminata l’emergenza il centro Pegaso sarà acquisito dall’Asl

Sarà un ospedale di comunità, con funzioni specialistiche e ambulatoriali


Una volta terminata la fase di emergenza il Centro Pegaso, allestito in una parte dei locali ex Creaf, sarà affidato alla Asl e destinato definitivamente a fini sanitari. Lo ha annunciato il direttore generale dell’Asl Toscana centro Paolo Morello Marchese a margine della visita dell’assessore regionale alla sanità Simone Bezzini, che oggi ha fatto tappa alla casa della salute di Vernio e poi a quella in via Fra Bartolomeo a Prato. La struttura fungerà da centro vaccinale, ospedale di comunità con la possibilità di ricovero, attività specialistica e ambulatoriale.

 

Resta in stand by per ora l’hub vaccinale del Pellegrinaio, chiuso il 31 ottobre. La struttura non è stata dismessa e all’occorrenza potrebbe essere riaperta e tornare alla funzione che ha svolto nei mesi scorsi. Entro la fine di novembre potrebbero arrivare novità anche sul fronte finanziamenti per la nuova palazzina dell’ospedale e il distretto sanitario di San Paolo, legati all’ex articolo 20, che regola la programmazione e la progettazione di interventi in ambito di edilizia e tecnologie sanitarie. Tra i fondi che la legge dovrebbe sbloccare ci sono infatti anche finanziamenti legati alle due opere per il nostro territorio. Per il distretto sanitario – il cui progetto esecutivo è pronto – si parla di 4 milioni e 800mila euro, per la palazzina del Santo Stefano sono 9 i milioni che la legge 20 deve sbloccare.

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
alessandro
alessandro
12 giorni fa

FINALMENTE!!!!!!! I 22milioni di euro e, forse di più, spesi dalla Provincia sono serviti a qualcosa….o vediamo a quanto verrà acquisteto!!!!! A proposito, che fine hanno fatto i responsabili di questa bella operazione immobiliare (ex Creaf) effettuata ai danni dei cittadini pratesi????