Auguri Museo del Pretorio! Per festeggiare e per sostenere il museo arriva la card fedeltà “Amici del Pretorio”, in omaggio a 2000 cittadini

Buon compleanno, Palazzo Pretorio! Si appresta a spegnere la prima candelina il Museo che racconta la storia della città di Prato, con la sua collezione di capolavori firmati da maestri come Giovanni da Milano, Filippo e Filippino Lippi, Donatello e Lorenzo Bartolini. In occasione del primo anniversario, la cui ricorrenza cade domenica 12 aprile, Palazzo Pretorio ha pensato a una vera e propria tessera fedeltà per dare la possibilità a tutti gli appassionati d’arte di vivere l’arte e il museo 365 giorni l’anno: la card “Amici del Pretorio”, che vuole essere innanzitutto un gesto d’affetto dei pratesi (e non solo) verso il loro Museo, cuore del patrimonio culturale e artistico cittadino, che così potrà essere visitato più volte durante l’anno, anche in occasione di eventi, mostre e iniziative speciali. La tessera è annuale e nominale ed apre le porte di Palazzo Pretorio, delle sue collezioni e degli spazi per le mostre temporanee in qualsiasi momento dell’anno. Una card esclusiva, differenziata secondo diverse fasce di prezzo e categorie, con tante opportunità e benefici secondo le diverse tipologie di abbonamento.
“Con questo strumento – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Prato Simone Mangani, alla presentazione – ci mettiamo al passo con altre istituzioni museali. La card, che è il frutto di un lavoro di squadra e di uno sforzo continuativo notevole, ha la peculiarità di mettere in relazione il Museo con altri luoghi della cultura pratese, quali teatri, cinema e librerie”.

Come per ogni festa di compleanno che si rispetti, non manca un regalo davvero speciale, solo che il Museo lo ha pensato per i pratesi, regalando arte e cultura con la card “Amici del Pretorio” in omaggio per tutti i giovani che hanno compiuto 18 anni tra il 12 aprile 2014 e il 12 aprile 2015 (1689 secondo i dati dell’ufficio statistica del Comune), e a tutti coloro che festeggiano il loro compleanno domenica 12 aprile (535 cittadini), lo stesso giorno del Museo. In pratica, i neomaggiorenni e i nati del 12 aprile non devono fare altro che passare in biglietteria e ritirare gratuitamente la card “Amici del Pretorio” dal 10 al 12 aprile. Per tutti gli altri, è possibile acquistare la card dal 10 aprile, scegliendo tra: base (40 euro), junior fino a 18 anni (24 euro), sostenitore (100 euro) e business per le aziende (300 euro).

“La card “Amici del Pretorio” rappresenta una bella forma di partenariato pubblico e privato – sottolinea Giovanna Barni, presidente della società Cooperativa Culture che ha in concessione il Museo e ha svolto un ruolo chiave nel mettere a punto lo strumento – che si può attuare in campo culturale. Non si parla solo di biglietti ma di strumenti di marketing culturale che fidelizzano il visitatore stimolando la partecipazione dei cittadini residenti”. Tutto questo strizzando l’occhio a una nuova generazione di visitatori giovani, di qui l’idea di regalare la card ai diciottenni. Accessi illimitati al Museo fino al 31 dicembre, un ingresso gratuito a ogni mostra (due nel caso della categoria business), inviti alle inaugurazioni, sconti al bookshop e sulle feste di compleanno organizzate al Pretorio, guida o catalogo del Museo in omaggio e agevolazioni in vari esercizi convenzionati tra cui librerie, teatri, cinema, palestre e centri benessere (elenco disponibile sul sito www.palazzopretorio.prato.it alla sezione “Amici del Pretorio”), più, tra le convenzioni stipulate, quella con Slow Food per le attività didattiche, che diventa così uno degli “Amici del Pretorio”. Il titolare della card avrà anche l’opportunità di partecipare ad almeno sei eventi tra quelli previsti nel cartellone 2015. Una pioggia di opportunità da non perdere.

Porte aperte del Museo domenica 12 aprile con ingresso gratuito per l’intera giornata e un ospite speciale il cui arrivo è previsto a Palazzo Pretorio alle 16: Roberto Piumini, uno degli scrittori italiani più amati dai bambini e autore di un racconto sull’amore fra Filippo Lippi e suor Lucrezia. La sua presenza farà la gioia di tutti i bambini che si divertiranno con le filastrocche ispirate alle opere del Museo (fino a esaurimento posti). A seguire, taglio della torta di compleanno preparata dalla pasticceria “Nuova Mondo”. Ma sarà un weekend ricco iniziative quello compreso fra il 10 e il 12 aprile: nella mattinata di sabato 11 aprile a mettersi in gioco sarà la rete di “Pratomusei” (Palazzo Pretorio, Museo del Tessuto, Centro per l’Arte Contemporanea “Luigi Pecci” e Musei Diocesani) con un’attività didattica a cielo aperto: tutti a disegnare e dipingere su un grande rotolo di carta in piazza del Comune.
Diventare “Amico del Pretorio” significa partecipare alla vita del Museo e sostenerlo in prima persona.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*