Prato, il nuovo direttore generale sarà il talent scuot canadese Marcos Anthony Serioux

Ecco svelato il nome del nuovo direttore generale del Prato. E’ in arrivo in città il manager canadese Marcos Anthony Serioux al quale il presidente in pectore Joseph Romano, affiderà il ruolo di direttore generale dell’Associazione Calcio Prato. Il dirigente canadese, ha esperienza nel mondo del calcio ed ha operato in Canada come talent scout . Nei prossimi giorni, Serioux incontrerà, il segretario biancazzurro Alessio Vignoli, oltre al direttore sportivo Gianni Califano ( con il quale  c’è già stata un’intesa telefonica) e il responsabile del settore giovanile Matteo Silvestri. Il Prato ripartirà con la programmazione della prossima stagione, senza stravolgimenti, puntando su dirigenti che conoscono bene l’ambiente e possano aiutare la nuova proprietà a prendere visione e conoscere nel dettaglio la società biancazzurra. Una scelta dettata dal buonsenso.  Mentre Serioux, Califano, Silvestri e Vignoli cominceranno a costruire il Prato del futuro sotto profilo sportivo, cominciando a valutare profili di allenatori ( in pole position c’è l’ex tecnico del Gavorranno Giancarlo Favarin)  anche di giocatori che possono essere funzionali al progetto sportivo di rilancio della formazione laniera, il presidente in pectore Josepeh Romano, sta muovendosi, grazie  anche al lavoro del proprio referente pratese Giuseppe De Luca per trovare le garanzie economiche richieste da Paolo Toccafondi nel preliminare vincolante di vendita. La partita della famiglia Romano si gioca su due tavoli: una per chiudere la partita economica con Toccafondi sui crediti maturandi nella vecchia gestione, l’altra invece per reperire la somma a fondo perduto ( 300.000 euro) e la fidejussione necessaria ( per altri 300.000 euro) per la richiesta di ripescaggio in serie C. Il termine ultimo fissato da Toccafondi per la soddisfazione delle proprie richieste è il 23 luglio, mentre quello fissato dalla  Lega di serie C per le domande di ripescaggio termina il 27 luglio. Insomma una corsa contro il tempo, in mese di luglio che si preannuncia davvero frenetico per Josepeh Romano e tutti i suoi collaboratori.

2 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*