Toscana in vetta alla classifica nazionale per denunce di malattie professionali, l’Asl: “Segno del buon lavoro dei nostri ispettori” VIDEO

In Toscana si registra il maggior numero di malattie professionali denunciate di tutta Italia: secondo l’Inail 7.776 sulle 58.029 a livello nazionale nel 2017, di cui il 42% riconosciute positive dallo stesso Istituto di assicurazione. Per quanto riguarda la provincia di Prato, le malattie professionali denunciate sono 139 (13 in meno rispetto al 2016) e le patologie più ricorrenti sono quelle del sistema osteomuscolare e del tessuto connettivo, le malattie del sistema nervoso, tra le quali spicca la sindrome del tunnel carpale, e quella dell’orecchio. In merito a numeri che, comunque li si leggano, collocano la nostra regione in cima alle classifiche nazionali proprio relativamente ai dati delle patologie connesse all’attività lavorativa svolta, l’Asl risponde: “Dato lo stato di sommerso che spesso il fenomeno delle malattie professionali assume, l’alto numero delle patologie denunciate è segno del buon lavoro svolto dia nostri uffici di prevenzione”.

Ascolta le parole del dottor Luigi Mauro, dirigente dell’Unità Igiene e Salute sui luoghi di lavoro dell’Asl

Per quanto riguarda gli infortuni sul lavoro, il settore professionale che ne detiene di più è il manifatturiero, con 466 infortunati. Ma l’Asl avverte: è necessario distinguere tra gli incidenti in occasione di lavoro (nel caso del manifatturiero, nell’anno passato, 377) e quelli cosiddetti “in itinere”, ovvero verificatisi nei tragitti di spostamento da casa al luogo di lavoro e viceversa ma ugualmente contati dall’Inail, ossia, sempre nel caso del manifatturiero, 89. Il dato complessivo degli infortuni in questo settore resta comunque alto rispetto agli altri ambiti professionali, anche se un’altra variabile di cui tenere di conto è la forza lavoro, in una città il cui cuore è senz’altro costituito dalle attività manifatturiere:

Anche il dato relativo agli infortuni nel settore delle costruzioni va distinto tra gli incidenti nel tragitto verso il luogo di lavoro (24 nel 2017) e quelli verificatisi sul luogo di lavoro (sempre nel 2017, 166). Infine le morti sul lavoro: 5 quelle del 2017 nella provincia di Prato, di cui 3 in itinere e 2 in occasione di lavoro. Nella fattispecie si tratta dei due lavoratori di nazionalità cinese deceduti nell’appartamento-laboratorio andato a fuoco alla Tignamica.

 

LS

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*