L’ 800esimo compleanno del Misericordia e Dolce: presto un’esposizione permanente con foto e documenti FOTO e VIDEO

800 anni fa nasceva lo Spedale Misericordia e Dolce. Per l’occasione Asl Toscana Centro e Fondazione Ami hanno organizzato un convegno a cui hanno preso parte storici, studiosi, operatori sanitari e professionisti. Una mattinata di interventi dedicata appunto alla nascita e allo sviluppo della Spedale della Misericordia nato il 26 novembre del 1218, come certificato da un documento ufficiale – un atto del pontefice Onorio III – conservato all’archivio di Stato di Firenze ed eccezionalmente in mostra nella Sala degli Spedalinghi. In occasione della giornata del compleanno, le Poste hanno apposto uno speciale annullo filatelico su un francobollo dedicato alla nascita dell’ospedale cittadino (per i prossimi due mesi, chi vorrà potrà annullare con questo bollo le lettere spedite dall’ufficio centrale di via Arcivescovo Martini).

Dopo i saluti del sindaco Matteo Biffoni e del direttore dell’Ospedale Santo Stefano Roberto Biagini, ad aprire i lavori con un intervento sulla nascita del nosocomio e sul futuro dell’area dopo l’abbattimento è stato Claudio Sarti, Direttore Urp dell’Asl Toscana Centro e presidente della Fondazione Ami.

Il convegno è stata la conclusione di un calendario di iniziative che va avanti da qualche mese dal titolo “Dica 800”. Un modo per consegnare alla città la memoria del suo vecchio ospedale, anche se il progetto è quello di costituire una mostra permanente con foto, oggetti e documenti che nel tempo hanno segnato la storia dello Spedale della Misericordia, poi diventato nel ‘500 Spedale Misericordia e Dolce.

Ascolta l’intervista a Claudio Sarti, presidente della Fondazione Ami

LS

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*