“L’Alternanza è servita”: al via il progetto di alternanza scuola-lavoro coordinato dalle Camere di commercio toscane

“L’Alternanza è servita”: al via il progetto dedicato agli studenti e alle imprese dedicato ai settori turistico e agro-alimentare: si tratta di un percorso di Alternanza Scuola Lavoro, pensato dalle Camere di Commercio toscane e condiviso con l’Ufficio Scolastico Regionale, per offrire un’esperienza orientativa e professionalizzante nell’ambito della comunicazione digitale e del web per i settori turismo e agroalimentare, che permetta agli studenti di entrare in stretto contatto con le imprese, il mondo esterno alla scuola ed il territorio. Il progetto consiste nell’attivazione di 45 percorsi di alternanza di 90 ore ciascuno, divise tra attività di orientamento e formazione in aula sulla comunicazione digitale e stage presso le aziende dei settori agroalimentare e turistico. Un progetto a doppio senso che, oltre ad orientare gli studenti verso opportunità lavorative e di business nell’ambito della comunicazione digitale e del web e contribuire a formare profili professionali coerenti con gli attuali bisogni delle imprese, contribuisce a valorizzare la produzione locale dei prodotti agroalimentari, eccellenze di qualità del nostro territorio, e il turismo a Prato.
Le imprese interessate a partecipare al progetto hanno tempo fino a lunedì 11 marzo per inviare, alla Camera di Commercio, la propria manifestazione di interesse, utilizzando il form presente sul sito www.po.camcom.it. Possono presentare domanda per partecipare al percorso le imprese attive nel turismo e nell’agroalimentare che operino in provincia di Prato e siano iscritte nel Registro Nazionale Alternanza Scuola Lavoro http://scuolalavoro.registroimprese.it.

Nei settori agroalimentare e turistico sono oltre 2000 le imprese attive a fine 2018. Si tratta di settori in crescita, soprattutto per ciò che riguarda le strutture ricettive che sono aumentate del 4% rispetto all’anno 2017 e sono anche settori appetibili per i giovani. Nel corso del 2018 le imprese giovanili attive nel settore sono oltre 270 e rappresentano una quota sul totale pari al 13,4%.
“Anche se questi settori, rispetto alla struttura imprenditoriale della provincia di Prato, pesano solo il 7%, – commenta Dario Caserta, responsabile del Servizio Sviluppo Imprese, ADR e Sicurezza Prodotti della Camera di Commercio di Prato – crescono a ritmo sostenuto e rappresentano una presenza comunque significativa e potenzialmente in grado di offrire ottime prospettive tanto in termini di opportunità di impiego quanto sotto il profilo della creazione di nuove imprese”.

A rafforzare il progetto e sostenere le imprese che ospitano studenti in alternanza la Camera di Commercio prevede di rinnovare il bando “Contributi a favore di imprese/soggetti REA in tema di Alternanza scuola-lavoro” anche per l’anno 2019. Le aziende, quindi, interessate a partecipare a questo percorso potranno usufruire anche del contributo camerale.
Con l’edizione del bando 2018, ad oggi sono stati erogati quasi 125.000 euro a favore di imprese e soggetti REA, la Camera di Commercio ha così contribuito all’attivazione di 204 percorsi di alternanza scuola-lavoro sul nostro territorio.
La Camera di Commercio punta all’Alternanza Scuola Lavoro di qualità, alla divulgazione della cultura di impresa, promuovendo l’innovazione e la cultura professionale, e all’orientamento al lavoro.
Per promuovere la cultura d’impresa nelle scuole e presentare l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità come possibili sbocchi lavorativi per i giovani, la Camera di Commercio, non solo aderisce al progetto Alternanza è Servita, ma realizza diverse iniziative, come Boot Camp for Students, Alternanza Day, e CameraOrienta e aderisce, infine, al progetto “L’Alternanza che Crea: a Scuola in Camera di Commercio per creare la tua impresa”, percorso condiviso con l’Assessorato Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Toscana e con l’Ufficio Scolastico Regionale.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*