La scuola digitale inclusiva, 10 grandi idee per sperimentare la libertà di apprendere: dalla robotica educativa alla grammatica animata

La robotica educativa e l’alta velocità con una gara sulla pista in scala dell’autodromo di Monza, le parti del discorso animate con Scratch e grammatica, lo storytelling digitale per viaggiare in lingua inglese, la scuola virtuale ricostruita su Minecraft e infine l’archeo industria con il percorso museale open air dal Cavalciotto di Santa Lucia fino alla Gualchiera di Coiano corredato di cartellonistica didattica.
È un fiume in piena la creatività delle 10 scuole, istituti comprensivi e medie superiori della provincia – Malaparte, Pier Cironi, Iva Pacetti, Comprensivo Nord, Marco Polo, Mazzoni, Primo Levi, Gramsci-Keynes, Dagomari e Copernico – che quest’anno hanno lavorato sulle 8 competenze chiave della cittadinanza e presenteranno le loro buone pratiche alla quarta edizione del seminario Scuola digitale inclusiva… per il raggiungimento delle competenze rivolto agli insegnanti e organizzato dall’AID (Associazione italiana dislessia) di Prato. L’appuntamento è per sabato 30 marzo alla Camera di Commercio (a partire dalle 8.30).
“Più di 20 docenti saranno impegnati a raccontare i tanti strumenti di apprendimento non convenzionale che studenti e insegnanti nelle varie scuole hanno costruito con una passione e una competenza che fortunatamente non smettono di crescere – spiega la presidente dell’AID pratese Manuela Zacchini – Le loro buone pratiche sono il cuore vivo e pulsante del lavoro che tutti insieme stiamo facendo a Prato, ma il seminario presenterà anche le nuove frontiere di esperti e formatori e le loro coinvolgenti idee di scuola”.
L’evento viene realizzato da AID insieme alla dirigente degli istituti Malaparte e Puddu Paola Toccafondi e in collaborazione con i responsabili di Gramsci-Keynes e Convenevole Stefano Pollini, di Cironi e Ghandi Alessandro Giorni, di Dagomari e Pacetti Gabriella Fabbri, di Copernico e comprensivo Vernio Stefano Gestri e di Levi e Mascagni Francesca Zannoni. Ministero dell’Istruzione, Asl Toscana centro, Comune di Prato e Provincia patrocinano l’iniziativa.
Tema centrale sono le competenze chiave per l’apprendimento permanente secondo la Raccomandazione 2018 del Consiglio dell’Unione Europea, che sono anche competenze per la vita di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali. L’obiettivo è una scuola sempre più inclusiva, che mira allo sviluppo di una cittadinanza attiva.
Il programma della giornata – Dopo i saluti istituzionali, alle 9 le relazioni dei docenti degli istituti comprensivi e delle scuole superiori sulle buone pratiche. Alle 11 Pierpaolo Infante parlerà di Competenze digitali e Rodolfo Galati si addentrerà nel tema Fuoriclasse, un’idea di scuole esperienziale. Quindi Flavio Fogarolo interverrà con Mai dispensare dal successo formativo e Guido Rizzo con Strumenti e apprendimento: liberi di esplorare e di crescere con Office 365 e Windows 10, poi Andrea Delogi con Competenze professionali… Storia semiseria di una dislessica e Daniela Di Donato con Libertà di apprendere.  Conclusioni alle 13.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*