Cronache dell’anno 2020, l’emergenza Coronavirus nel racconto fantastico di Luca Martinelli

Un virus mortale costringe gli uomini all’isolamento. Ma qualcuno deve stare al vertice della piramide. Perché una piramide senza vertice, in natura non esiste. Se ne rendono conto anche gli animali, ora al governo del mondo. Ma non tutti sono felici. E molti pensano che, con tutti i suoi difetti, quello governato dagli uomini potrebbe davvero essere il migliore dei mondi possibili.
E’ la visione fantastica dell’emergenza Coronavirus, fatta di giorni sospesi e incerti, nata dalla penna del giornalista e scrittore Luca Martinelli. Il racconto, intitolato “Cronache dell’anno 2020”, è da oggi disponibile gratuitamente on-line.

LEGGI IL RACCONTO

LUCA MARTINELLI

Giornalista, nato a Siena nel 1964, ma pratese da ormai cinquant’anni, ha esordito nel 2009 con il romanzo “Il Palio di Sherlock Holmes”. Da allora sono seguiti “Lo strano caso del falso Sherlock Holmes”, “Sherlock Holmes e l’improvvisa morte del cardinale Tosca”, con il quale nel 2012 ha vinto il Premio Garfagnana in giallo, e “Sherlock Holmes e l’enigma del cadavere scomparso”. Tre dei suoi racconti apocrifi su Sherlock Holmes (tutti disponibili nella collana sherlockiana di Delos Digital) sono apparsi nei Gialli Mondadori. Altri racconti di genere poliziesco sono apparsi in diverse antologie. È tornato al romanzo con “Prima dell’uragano” (Damster Edizioni, 2018) di cui è protagonista il commissario Andrea Varocchi. Ha curato l’antologia tra saggio e fiction “Sherlock Holmes a Pistoia” (Atelier Edizioni, Pistoia, 2015) e l’antologia poliziesca “Misteri e manicaretti del territorio pratese” (Collana Brividi a cena di Edizioni del Loggione, Bologna) con la quale ha vinto il Premio speciale al Premio Prato un tessuto di cultura. Nel 2019 ha pubblicato il giallo storico ambientato a Prato “Una libera donna d’affari” (Damster Edizioni, Modena). Si diletta, insieme a un gruppo di amici, a giocare con il pubblico con le cene con delitto di cui è autore.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*