Emporio, aperto e con gli scaffali pieni anche nel mese di agosto grazie alla generosità dei volontari e dei donatori VIDEO

Un minimo di 160 e un massimo di 220. Sono le presenze quotidiane all’Emporio della Solidarietà, che anche quest’anno è rimasto aperto nel mese di agosto per far fronte alle esigenze dei suoi utenti, composti in gran parte da famiglie in difficoltà. «Dal primo gennaio a oggi abbiamo sostenuto 1600 nuclei familiari, un numero aumentato del 32 % rispetto allo scorso anno», dice Marcello Turrini, uno dei responsabili del progetto Emporio. Certamente il difficile periodo che stiamo vivendo, legato all’emergenza sanitaria e sociale causata dal Covid, ha fatto aumentare le richieste di accesso al servizio. «Tra gli utenti si sono affacciate persone che prima di questa pandemia non avevano mai richiesto di poter usufruire dell’Emporio, segno che la crisi c’è e sta facendo “nuovi poveri», aggiunge Turrini.

Dall’inizio dell’anno l’Emporio ha distribuito merce per un valore di un milione e 600mila euro. Il grande sforzo compiuto dal supermercato solidale di via del Seminario è dovuto a due grandi generosità: quella dei privati che hanno donato prodotti e soldi per il funzionamento dell’Emporio e quella dei volontari, persone che si stanno rimboccando le maniche per fare in modo che il servizio possa andare avanti, ogni giorno, anche nel periodo estivo.

Per sapere come si fa a dare un contributo si può consultare il sito web dell’Emporio.

Il servizio di Giacomo Cocchi

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*