Torna in Turchia un’antica stele trafugata 40 anni fa: il reperto era stato trovato in casa di un commerciante di Prato nel 1995

Un’antica stele con un’iscrizione in lingua greca dedicata ad Apollo, risalente al III secolo d.C, è stata restituita alla Turchia dai carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale di Firenze. Il reperto, del valore di circa 2,5 milioni di euro, era stato trovato nel corso di scavi avvenuti negli anni ’80 nei pressi del villaggio di Saricik e poi portato fuori dal paese illegalmente. Nel 1987 l’opera figura in una galleria antiquaria di Zurigo. Nel 1993 venne venduta a un antiquario aretino per 1.800 sterline da una famosa casa d’aste londinese. Il 27 giugno del 1995 fu sequestrata a casa di un commerciante di Prato, nell’ambito di un’inchiesta  della procura pratese relativa al contrasto all’usura. Nel dicembre del 2019 la corte di appello civile di Firenze ha disposto la restituzione dell’opera.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*