Epifania, per la festa dei popoli l’arrivo dei Magi in piazza Duomo

Per l’Epifania i Magi arrivano in piazza Duomo. Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, con i loro doni ricchi di significato giungeranno davanti alla cattedrale di Prato per rendere omaggio a Gesù Bambino. Per il secondo anno, dopo la prima edizione che ha riscosso molto apprezzamento, l’iniziativa viene organizzata dalla Diocesi che pensando al messaggio della solennità – la  manifestazione di Gesù a tutti i popoli rappresentanti dai Magi venuti dall’Oriente – ha conferito alla manifestazione il carattere di una festa dei popoli.

Così, giovedì 6 gennaio, alle 15,30, in duomo il Vescovo Simoni presiederà la messa animata dalle comunità cattoliche degli stranieri che vivono a Prato. Una celebrazione multilingua con le preghiere e i canti espressi, oltre che in italiano, in cinese, polacco, rumeno, ucraino, albanese, cingalese, spagnolo, urdu (lingua pakistana), filippino e inglese. Tante sono le comunità e le altrettante messe che vengono celebrate nella nostra diocesi.

Al termine, arriverà in piazza il corteo dei Magi, impersonati da un cinese, un nigeriano e un pakistano, nei loro fastosi costumi che omaggerà la Sacra Famiglia. Un vero e proprio presepio vivente, con tanto di bue e asinello.

I tre «Re» troveranno davanti al duomo le persone che hanno partecipato alla messa e quanti vorranno prendere parte alla festa: canti natalizi e preghiere in italiano e nelle altre lingue degli immigrati. Poi il Vescovo impartirà la benedizione ai bambini e ai ragazzi con Gesù Bambino.

La giornata di festa inizierà, sempre in duomo, con la prima messa solenne presieduta dal Vescovo in duomo, alle 10,30. La celebrazione assume un significato particolare: 19 anni fa, nella Basilica di San Pietro in Vaticano, mons. Gastone Simoni fu ordinato Vescovo di Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*