Parcheggio al Serraglio: sosta gratuita
tutte le sere d’estate

Parcheggiare in centro nelle sere d’estate non avrà alcun costo. A partire dai prossimi giorni e fino al 30 agosto, infatti, sarà possibile usufruire gratuitamente del parcheggio del Serraglio dalle 20 alle 8. Un modo per facilitare l’accesso al centro storico in occasione della Prato Estate e per incentivare l’utilizzo del parcheggio del Serraglio, poco utilizzato e più volte al centro di polemiche per l’incuria e l’abbandono che vi regnano. Tutte le novità per la sosta in centro in estate sono state illustrate stamani dagli assessori Roberto Caverni alla Mobilità, Anna Beltrame alla Cultura e Aldo Milone alla Polizia municipale.
Il parcheggio del Serragglio – ha fatto sapere Caverni – sarà oggetto di interventi di riqualificazione, con tanto di sistema di sicurezza. Inoltre sul tetto che sovrasta il parcheggio saranno realizzati 60 posti auto che verranno messi a disposizione dei commercianti del centro storico e dei loro dipendenti, ad un presso di 20 euro al mese per posto auto. A questi si aggiungono i 50 posti del parcheggio interraro che sarà presto aperto in via Curtatone, a disposizione di tutta la cittadinanza con abbonamento da 30 euro al mese. Intanto, forse già entro la fine dell’estate sarà pubblicato il bando per la gestione dei parcheggi della città, visto che – ha ricordato Caverni – la legge non consente più l’affidamento diretto ad un’azienda (fino ad oggi Essegiemme). Il bando riguarderà anche interventi di manutenzione dei parcheggi e l’installazione dei varchi elettronici.
Novità in vista anche per quanto riguarda i permessi di accesso e sosta in centro, in particolare 4 e 4A riguardanti rispettivamente la consegna di merce e le consegne a domicilio dei negozi. Nel primo caso l’accesso al centro storico sarà consentito soltanto in due fasce orarie: dalle 8 alle 10 e dalle 14 alle 16. Mentre il rilascio di permessi 4A per le consegne a domicilio dei negozi da oggi sarà condizionato dal controllo sull’effettivo uso da parte degli esercizi commerciali, in modo che il permesso non possa più essere usato per poter parcheggiare davanti al negozio.
Ma non si è parlato soltanto di parcheggi nella conferenza stampa di stamani in palazzo comunale. L’assessore alla Polizia Municipale, Aldo Milone, ha replicato alle polemiche scaturite in seguito all’aumento dei verbali elevati in centro storico dalla Polizia Municipale nei primi mesi del 2011. Milone ha chiarito che la Polizia municipale opera unicamente per il rispetto del Codice della strada nella sua interezza: come ha detto l’assessore, numeri alla mano nel 2004 l’incasso proveniente dalle multe è stato di 8.700.000 euro, mentre nel 2009 e nel 2010 è stato dimezzato a 4.913.000 e 4.470.000. I verbali elevati abbracciano violazioni a vari articoli: per la pulizia strade i verbali elevati dal 1° gennaio al 30 aprile di quest’anno sono stati 10.036, 1.161 per la sosta negli spazi dei residenti, 11 per cantieri stradali abusivi, 38 per passi carrabili abusivi, 272 per mancata revisione dell’auto, 24 per guida di ciclomotori senza patentino e 43 per guida di veicoli senza titolo, 99 per eccesso di velocità, 983 tra autovelox e telelaser sempre per superamento dei limiti di velocità, 2335 per sosta sui marciapiedi, 458 per sosta sulle strisce pedonali, 274 sugli spazi invalidi, 1174 per divieto di sosta in Apu e 721 in Ztl, 182 per mancanza delle cinture di sicurezza e 149 per guida con cellulare all’orecchio, 22 per guida in stato d’ebbrezza, 13 per fuga dopo incidente  e 225 per mancanza del titolo assicurativo: “Come si vede da questi dati – ha concluso Milone – la Polizia minicipale opera sia per la lotta all’illegalità e alla concorrenza sleale, sia per il rispetto del Codice della strada e per il controllo del territorio”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*