Nuova scuola materna di Ponzano, posata la prima pietra. La struttura sarà in legno e ospiterà 180 bambini FOTO e VIDEO

Posata questa mattina la prima pietra della nuova scuola materna di Ponzano in Viale Montegrappa, frutto di un concorso di progettazione indetto dal Comune nel 2008 per due nuove scuole materne sul territorio comunale. Nel concorso era compresa anche la scuola di Pacciana per la quale è in corso la procedura di gara. L’investimento totale per la realizzazione dell’edificio è di 2,6 milioni di euro.

“Il nostro investimento sulle scuole è enorme ed erano molti anni che non ne venivano fatti di così importanti – ha affermato il sindaco Matteo Biffoni -. I numeri della città lo richiedono ed è nostra intenzione dare ai ragazzi tutte le occasioni migliori per crescere generazioni più formate e competitive. Contiamo di riuscire a consegnare l’edificio per l’inizio del prossimo anno scolastico”.

Il nuovo edificio scolastico di Ponzano ha 6 sezioni di scuola dell’infanzia, per un totale di 180 bambini. E’ costituita da sei volumi replicati a coppie di tre, separati tra loro ma saldati nelle relazioni funzionali interne dal sistema della distribuzione orizzontale e nelle relazioni esterne da piccole porzioni di giardino protette dal sole da un brise-soleil orizzontale inserito nella struttura di copertura. Oltre all’edificio scolastico sarà realizzato uno spazio-gioco-educativo adibito anche ad attività extrascolastiche, indipendente dall’apertura della scuola e rivolto a un’utenza di quartiere. La superficie coperta dell’edificio è di circa mq 1603, la superficie dei giardini è di circa mq 2800 oltre al parcheggio di mq 580.

Internamente si trovano gli spazi per le attività ordinate a tavolino e per le attività libere, separati tra loro da corti alberate a cielo aperto. Infatti ogni spazio è stato pensato come prosecuzione della didattica verso l’esterno, filtrato da elementi frangisole per controllare e mediare l’irraggiamento solare. Ogni aula ha il proprio gruppo di bagnetti separati. Sono presenti, inoltre, gli spazi per lo sporzionamento e di servizio e gli ambienti dedicati agli educatori.

“La nuova scuola, per la sua conformazione, è in grado di dare un servizio a tutto il distretto e anche al quartiere con il centro giochi per le attività extrascolastiche – ha affermato l’assessore ai Lavori Pubblici Valerio Barberis -. L’edificio, costruito interamente in legno, porta a Prato un esempio di edilizia scolastica eccezionalmente innovativo sia dal punto di vista costruttivo ma in generale sui temi della sostenibilità”.

L’ingresso alla scuola e al centro gioco-educativo si trova su Viale Montegrappa ed avverrà dall’area a parcheggio che sarà oggetto di riqualificazione e riorganizzazione. I bambini potranno accedere alla scuola attraverso una grande piazza coperta da pergolato chiamata il “Giardino dell’Accoglienza”, e attestata sul parcheggio.

Particolare attenzione è stata posta sull’aspetto del contenimento energetico del progetto. Infatti l’edificio sarà interamente in legno con una “tipologia costruttiva a telaio” che oltre a garantire un risparmio energetico rispetto ad una tipologia costruttiva in mattoni o cemento, offre il vantaggio della velocità di realizzazione e la facilità di esecuzione degli impianti ed ottime prestazioni in termini di comportamento acustico e termico. Il riscaldamento degli ambienti avverrà con pannelli radianti a pavimento ed è prevista una cisterna di raccolta dell’acqua per l’irrigazione dei giardini.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*