“Oh che Gioconde” nella collezione di Carlo Palli. Ora tutte in mostra all’Art Hotel Milano VIDEO

“Oh che Gioconde”, dice il titolo un po’ sbarazzino. E di Gioconde, intese nel senso di tante differenti interpretazioni del celeberrimo dipinto di Leonardo Da Vinci, ce ne sono davvero tante nella straordinaria collezione di arte contemporanea del pratese Carlo Palli. Realizzate da numerosi artisti locali e internazionali, fanno ora bella mostra di sé nelle sale e nelle camere dell’Art Hotel Milano di via Tiziano a Prato.

Per inaugurare ufficialmente l’esposizione permanente delle opere, lasciate in comodato da Palli, domenica 29 aprile la proprietaria dell’hotel, Manuela Maragno, ha aperto le porte della hall e della sala colazioni ad artisti, amici, appassionati. Presente anche il direttore del Museo Ideale di Vinci Alessandro Vezzosi.

Carlo Palli è uomo schivo, poco incline alle interviste e ai riflettori. 80 anni portati benissimo, è uno dei principali collezionisti di arte contemporanea a livello italiano. Il prestigioso Artribune.it definisce il suo archivio come “uno dei più importanti, in Italia e non solo, per numero di opere e per peculiarità dei temi trattati” (leggi l’articolo)

Al nostro direttore Gianni Rossi Palli racconta come è nata questa singolare e curiosa collezione di Gioconde.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*