Botti di Capodanno, l’appello di quattro sindaci ad un uso responsabile

Dopo Prato e Montemurlo, anche i sindaci della Val di Bisenzio e di Poggio a Caiano lanciano un appello per una notte di Capodanno tranquilla. I sindaci di Vernio, Vaiano e Cantagallo, insieme alle loro giunte, augurano ai loro cittadini un 2019 di serenità e successi, ma al tempo stesso mettono in guardia contro l’uso di petardi, mortaretti e ogni altro tipo di fuoco pirotecnico, che rischiano, per uso improprio o per malfunzionamento, di procurare danni o lesioni alle persone. In ogni caso, aggiungono, gli scoppi hanno effetti traumatici su bambini, anziani, malati e animali d’affezione a causa del panico da rumore. La notte di Capodanno è fatta per divertirsi, ma occorre cautela. Servono comportamenti responsabili per preservare l’incolumità di chi utilizza il materiale pirotecnico e di chi si trova vicino.
“Chiedo a tutti i miei concittadini di fare la massima attenzione nella notte di Capodanno: sconsiglio l’uso di materiale pirotecnico e chiedo a chi lo utilizzerà di farlo con cautela”. Queste invece le parole del sindaco di Poggio a Caiano Francesco Puggelli. “Suggerisco di evitare l’uso di “botti” troppo rumorosi e soprattutto di quelli non certificati o provenienti addirittura dal mercato parallelo – prosegue il sindaco – chiedo inoltre di evitare l’uso dei petardi in prossimità delle abitazioni, nelle piazze e nei luoghi di aggregazione. I rumori troppo forti possono infatti spaventare o addirittura arrecare danno alle persone più fragili e anche ai nostri amici animali. Invito infine a segnalare alle forze dell’ordine eventuali comportamenti scorretti e pericolosi per la sicurezza pubblica”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*