Il tessile riparte da Montemurlo con “Ri-filiamo”, la prima fiera filati post Covid VIDEO E FOTO

Con “Ri-filiamo”, la prima fiera filati post-Covid a livello mondiale, Montemurlo è ancora una volta protagonista e guarda alla ripresa con fiducia e determinazione. Nell’incantevole cornice dei giardini all’inglese di Villa Pazzi al Parugiano, sotto alberi secolari, mercoledì 8 luglio si sono date appuntamento 18 aziende di Montemurlo, Prato, Biella, Brescia e Bologna, di cui 12 filature e le restanti di materie prime. Un’occasione unica per le aziende per mostrare in anteprima le nuove collezioni filati per maglieria autunno-inverno 2021/22. Oltre 150 i clienti provenienti da tutta Italia (per un totale di oltre 500 persone), che sono arrivati a Montemurlo a dimostrazione che il tessile pratese c’è ed ha voglia di ripartire dopo il lockdown con passione e determinazione.
Tutti entusiasti della fiera filati “Ri-filiamo”, che nel pieno rispetto delle norme anti- Covid, si è svolta all’aperto e ha dato la possibilità ai clienti di vedere e toccare con mano le nuove collezioni filati, che si trasformeranno in capi di abbigliamento per le più note griffe del settore moda, come spiega l’ideatore della manifestazione, Federico Corrieri della Cofil: «Sono davvero molto contento. Ho parlato con gli espositori e con i clienti della fiera ed ho raccolto molta soddisfazione, tanto che c’è chi mi chiede che Ri-filiamo possa diventare un appuntamento fisso».
Il 2020 sarà per il tessile un anno di passaggio viste le difficoltà post Covid, ma il distretto con “Ri-filiamo” getta il cuore oltre l’ostacolo e manda al mondo un messaggio di presenza, unità e coesione, come sottolinea il sindaco di Montemurlo, Simone Calamai: «Oggi a Villa Pazzi si sono incontrate le eccellenze del territorio, le nostre aziende e l’arte, la bellezza e la storia di Villa Pazzi. Dobbiamo e possiamo ripartire e lo dobbiamo fare da qui, da Ri-filiamo, un evento che mette insieme gli imprenditori del nostro distretto tessile per lanciare un messaggio di speranza e fiducia nel futuro».

Hanno sponsorizzato “Ri-filiamo” le aziende Albini e Pitigliani, Comfibre, Gruppo Colle, I.l.c.a.t, Tessibel, Tessilfibre. La manifestazione si è chiusa con un apericena nel giardino all’italiana della Villa Pazzi al quale hanno preso parte anche numerose autorità.

1 Commento

  1. Iniziativa stupenda . Prato- l’araba fenice – riuscirà a risorgere anche da questo disastro.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*